giovedì 20 marzo 2014

IGBA 2014: intervista a Gayburg, vincitore nella categoria attualità

IGBA 2014

gayburg

Primo intervistato tra i vincitori dei Glogger Awards 2014 è il premiato nella categoria attualità! Tra i blog è, ormai, un'istituzione, sentiamo cos'ha da dirci!

D. Ciao Marco, il tuo blog, Gayburg, ha vinto nella categoria attualità agli Italian Gay Blogger Award ‘14, sei contento? 
R. Ovviamente! Sono particolarmente soddisfatto perché in concorso, assieme a me, c'erano blogger che stimo molto e che svolgono un ottimo lavoro.
D. Marco, cosa ti ha spinto a diventare un blogger e aprire un blog di informazione che, col tempo, è diventato uno dei punti di riferimento delle news gay?
R.  Mi è sempre piaciuto scrivere e raccontare storie, così, un bel giorno del 2005,  ho deciso di aprire un blog: mi è subito apparso il sistema più rapido e semplice per coltivare quella passione.
D. Spesso ti ritrovi a intervistare personaggi noti; quali, nel corso degli anni, ti hanno colpito e per quale motivo?
R. Fare una graduatoria sarebbe impossibile, ma spesso sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla disponibilità e dalla gentilezza di personaggi che pensavo inarrivabili.  Anzi, alle volte, si verifica l'assurdo per cui sono proprio i personaggi meno noti a ergersi su un piedestallo...  
Disponibilità, rispetto e umiltà sono alcune delle caratteristiche che più apprezzo in una persona, e c'è chi ha avuto modo di dimostrarmi di possederle. Volendo fare qualche nome potrei citare Giulio Spatola, Flavio Parenti, Carlo Masim, Jack Mackenroth, Daniel Miagany... ma sicuramente avrò omesso di ricordare qualcuno.

igba 2014

D. Facendo un bilancio di questi anni di attività, hai ottenuto più soddisfazioni o altro?
R. Episodi spiacevoli e comportamenti scorretti non sono mancati, ma il bilancio definitivo non può che essere positivo.
D. Oggi siamo qua per festeggiare il riconoscimento che i lettori ti hanno dato facendoti vincere. C’è qualcosa che vorresti dire a coloro che ti hanno votato?
R. Li vorrei ringraziare per la preferenza accordatami e per l'affetto che mi hanno sempre dimostrato in questi anni. Senza il loro supporto avrei smesso di fare blogging anni fa...
D. Che progetti hai per il futuro? Credi che i premi possano aiutare?
R. Ho un po' di progetti nel cassetto, ma ancora nessuno con tempi certi. Per quanto riguarda i premi, invece, credo che possano dare soddisfazioni e spronare a fare sempre meglio. Soprattutto considerato come negli ultimi anni sia aumentata la percentuale di persone che spendono il proprio tempo su Internet al solo fine criticare il lavoro altrui: un riconoscimento è un mezzo per capire che il proprio lavoro è apprezzato.
D. Consigli per chi vuole iniziare?
R. Il consiglio chiave è di farsi guidare dalla passione. Su Internet non si diventa ricchi ed è triste pensare di poter sopravvivere ricorrendo a trucchi o scorciatoie, motivo per cui un prodotto di qualità spesso richiede sforzi enormi a fronte di ritorni incerti e limitati (soprattutto nei primi periodi). Se alla base non c'è una passione, si ha già perso in partenza.
Poi, ricollegandomi alla risposta precedente, suggerirei di non farsi scoraggiare dalle critiche (troppo spesso tutt'altro che costruttive!): se il prodotto editoriale è buono, prima o poi troverete il vostro pubblico e inizierete ad incassare soddisfazioni meritate.

gayburg.blogspot.it